Una Storia Vera : La Storia Della Forza Di Volontà

Una Storia Vera : La Storia Della Forza Di Volontà

 

Una Storia Vera : La Storia Della Forza Di Volontà

“The man who has no imagination has no wings.” Muhammad Ali

Questa è la frase che piu’ di tutte rappresenta e ha dato origine al progetto InScioltezza. La frase di uno degli atleti piu’ influenti e noti di tutti tempi , un pugile , forse il piu’ mediatico e famoso di sempre. All’anagrafe Cassius Clay , in seguito trasformato per sua decisione in Muhammad Ali. Nasce in uno degli stati più difficili e razzisti degli Stati Uniti d’ America , il Kentucky , il periodo è uno dei più bui e duri dell’epoca. Infatti essere di colore di quei tempi , negli Stati Uniti , soprattutto se nasci e cresci al sud degli Stati Uniti non è per nulla facile! E’ dura, è molto dura. Sei considerato alla stregua della feccia , sei visto come uno scarto della società.Se nasci nel 1942 , cresci a Louisville e sei nero in uno stato del sud degli Usa ,   è molto dura ma ti forma il carattere. Al contrario di quello che credono molti , Cassius non era quel ragazzo cosi’ estroverso ed istrionico come molti lo possono immaginare da piccolo. E’ un timido e scopre la boxe per puro caso. Infatti un giorno gli rubano la bicicletta ,allora sua madre, sapendo che un poliziotto del quartiere ha una palestra dove organizza corsi di pugilato per ragazzi , con lo scopo di tenerli lontani dalla strada e dai guai e al tempo stesso fare un pò di sana attività fisica,lo iscrive. Cassius partecipa a quel corso spinto dalla comprensibile e infantile motivazione (all’epoca aveva  12 anni) che se avesse beccato la persona che gli aveva rubato la bicicletta avrebbe avuto le capacità e gli “strumenti” per fargliela pagare.

“I campioni non si fanno nelle palestre. I campioni si fanno con qualcosa che hanno nel loro profondo: un desiderio, un sogno, una visione.” Muhammad Ali

Aveva delle doti e un innato talento ma è diventato un campione lavorando giorno dopo giorno , facendo delle piccole e quotidiane rinunce, tralasciando l’effimero piacere del momento per investire su se stesso e su qualcosa che fosse piu’ lungimirante e duraturo nel tempo. Era spinto da qualcosa di profondo , il suo desiderio di diventare Campione Del Mondo , sognava di emulare le gesta dei suoi modelli dell’epoca , dei grandissimi della boxe come il Bombardiere Nero Joe Louis o l’elegante ed armonioso Sugar Ray Robinson. Era mosso da una visione , diventare campione per poter essere d’aiuto a persone che avevano sofferto ed erano cresciute in un contesto difficile e complesso come quello in cui lui aveva vissuto lui. L’America degli anni ‘ 60. Era una persona introversa ed è grazie al suo coach , il mitico Angelo Dundee , che apprende il segreto del suo successo. Inizia a parlare! E lui lo fece. Continuerà a parlare, a volte ad essere volutamente sopra le righe, altre volte fin troppo ma diventa quella che ora è una delle Leggende del mondo della boxe e non solo. Però oggi non voglio e non ti parlerò dei suoi trionfi , oggi voglio mostrarti uno dei momenti piu’ toccanti e significativi episodi della sua carriera.Il match che tenne nel 1980 contro Larry Holmes  , all’epoca piu’ giovane di lui e detentore del titolo nonchè suo ex sparring partner , nel 1974, quando stava preparando lo storico  match contro George Foreman, rimasto negli annali della boxe, ribattezzato Rumble in The Jungle

 

Antefatto : Ali’ ha 38 anni ed è nella fase calante della sua carriera. Molti esperti sostengono che si sarebbe dovuto ritirare dopo l’ultimo sanguinario ed incredibile match ( 1975 , Thrilla In Manila ) con l’incredibile rivale di sempre Smokin Joe Frazier. Muhammad soffre oramai di problemi alla tiroide , è sotto cura farmacologica, è ingrassato anche per via delle medicine, i riflessi e la sua incredibile velocità di un tempo sono solo un triste ricordo, è piu’ taciturno del solito.Ma tutto questo a lui non importa perchè è mosso da un incredibile forza di volontà, si allena duramente come sempre, ritrova il peso forma e decide comunque di affrontare l’avversario. E’ il 2 ottobre 1980 e va in scena uno dei piu’ struggenti match di Muhammad. Ali’ nel 1978 si era ritirato , però poi aveva cambiato idea e quel giorno aveva la possibilità di stabilire un record mai riuscito prima a nessuno. Diventare campione del mondo dei pesi massimi per la quarta volta.Però….se vuoi conoscere come va a finire….guarda il video qui sotto.

“Ah Wi pure io adoro er pugilato e impazzisco per Ali’. Ma tra tutti i filmati proprio questo dove prende un sacco de legnate dovevi annammi a mostrà?”

Vuoi il motivo ? Molto semplice , sappi che nella vita non potrai mai sapere se perderai o riuscirai a realizzare il tuo sogno finché non ci avrai provato! Se desideri realizzare il tuo sogno, necessariamente dovrai agire! Non esistono certezze , l’unica certezza è che se non ti impegni e non ti dai da fare di certo non avrai l’opportunità di combattere per il tuo titolo! L’unica certezza è questa :  se non ci proverai, se non tenterai , continuerai a vivere di rimpianti che ti logoreranno lentamente.Le storielle sul destino, sul fato ….sono solo ca**ate!

Ali’ era consapevole di non essere più’ quello di una volta, era consapevole che aveva dei problemi fisici, era consapevole che il suo avversario era più’ giovane e forte di lui. Ma non si è tirato indietro! Non ha accampato patetiche scuse , non ha cercato la pietà di nessuno , non si è autocommiserato! Si è messo nuovamente in discussione ! E almeno ci ha provato! Ha provato a realizzare il suo sogno di ritornare campione del mondo per la quarta volta. Cosa mai riuscita a nessun peso massimo!

“La sconfitta non è il peggior fallimento. Non aver tentato è il peggior fallimento.”George Edward Woodberry

E’ stato battuto ma non ha fallito. Ha preso un sacco di pugni ma non è andato k.o.!E’ rimasto in piedi lottando fino alla fine , fino all’ultimo finché il suo allenatore Angelo Dundee ha preferito risparmiargli una durissima punizione  mettendo fine al match. Ali’ non sarebbe mai sceso dal ring , mai!

Perché ti ho raccontato questo?

Inizia a Impegnarti

Perché sarà la tua forza di volontà ,la tua determinazione, la tua grinta che ti aiuteranno a superare i momenti duri della vita, le avversità , le incognite e gli inconvenienti!

Non importa ciò che è successo, non importa l’opinione degli esperti, conta solo ciò che tu vuoi, sogni e desideri per te stesso!

Quindi vuoi imparare una nuova lingua?

Inizia ad impegnarti!

Vuoi crearti una nuova attività che ti consenta di lasciare il lavoro che ti fa sentire inappagato?

Inizia a darti da fare!

Vuoi rimetterti in forma ?

Smuovi quel tuo culone flaccido e trova un’attività fisica che ti possa piacere o ritorna a fare uno sport che praticavi  e dacci dentro!

Suggerimenti Speciali

Finiscila di raccontarti scuse : rimarrai un frustrato , un botolone, un mezzo ignorante se continui a raccontarti scuse! Continuerai a fare il lavoro che tanto ti pesa se continui a frignare e piangerti addosso. Smettila di lamentarti , non ne hai motivo!

Usa la tua immaginazione : è la tua piu’ preziosa alleata, ti supporterà nei momenti bui e difficili. Ti solleverà quando vorrai gettare la spugna.Ti terrà compagnia e ti spingerà a dare il massimo e trovare quelle forze che credevi di non avere.

Cerca di essere un pò egoista : essere un pò egoisti , investire del tempo in attività che ci piacciono e ci fanno star bene è positivo. Che pensi che gli altri siano tutti dei buoni samaritani? La gente è un pò egoista peccato che molti siano cosi’ ipocriti da non volerlo ammettere!

Chissenefrega e Chissenefotte : usa il mantra ogni volta che incontrerai lo scettico di turno. Ogni volta che qualcuno ti dirà che non puoi, che sei troppo vecchio o troppo giovane, che è troppo difficile tu usa il mantra! E fottitene dei pareri degli esperti! Di’ solo di SI e vai avanti per la tua strada!

Buttati : noooooooooooo non giu’ da un ponte! 😛 😉  Esci dalla tua zona di comfort , fai come fanno i bambini ….anche se non conoscono o non sanno fare una cosa ci provano lo stesso spinti dalla curiosità e dalla voglia di imparare.E imparano!

Ok per oggi è tutto. Ti servirà un pò di tempo per digerire , metabolizzare e poi applicare i contenuti di questo articolo . Vai sereno , stai tranquillo , respira , concentrati e quando ti senti un pò piu’ sicuro inizia a sperimentare .

Per oggi è tutto.Se l’articolo ti è piaciuto , ti chiedo di fare un piccolo gesto , a te non costa nulla, per me vuol dire molto, clicca condividi su uno dei pulsanti social che vedi qui sotto.

Se hai dubbi , perplessità o desideri approfondire l’argomento non esitare a lasciare un commento nel box qui’ sotto.

Have a Great Day

William