Come Usare La Tua Rabbia In Maniera Produttiva

Come Usare La Tua Rabbia In Maniera Produttiva

Come Usare La Tua Rabbia In Maniera Produttiva

Come Usare La Tua Rabbia In Maniera Produttiva

“Di solito gli uomini quando sono tristi non fanno niente; si limitano a piangere sulla propria situazione; ma quando si arrabbiano allora si danno da fare per cambiare le cose. ” Macom X

L’articolo di oggi trae ispirazione da un intervista di alcuni giorni fa che ho sentito alla Zanzara , dove il conduttore, Giuseppe Cruciani ,  intervistava il fortunato ex parlamentare radicale Angelo Pezzana per il suo vitalizio di 2163 € lordi mensili.

“Ah Wi sai che roba! Ce ne stanno altri peggio de sto quà”

Devi sapere che Angelo Pezzana ha maturato questo vitalizio lavorando in Parlamento la bellezza di 8 giorni, per la precisione, dal 6 al 14 febbraio 1979 e avendo versato in tutto 60 mila € di contributi. Come direbbero gli americani : fucking amazing!

Incalzato dal conduttore che gli domandava se questa gli sembrava una cosa normale, l’ex onorevole rispondeva sostenendo una cosa che a livello logico non fa una piega :

Ho seguito la legge e non ho niente da rimproverarmi. Non posso cambiare io la situazione in Italia. Se domani abolissero tutti i privilegi, io sarei il primo a dire: ‘Bene, bravi, evviva’. Ma, dato che quei privilegi ci sono ed esistono per legge, io non ho fatto e non faccio nessun gesto eroico. Mi sono allineato con chi osserva la legge che lo consentiva e lo consente. Basta”.

Se sei curioso e vuoi ascoltare l’intervista puoi sentirla con le tue belle orecchie cliccando qui sul sito di corriere.it .

Oppure potresti leggere quanto ha dichiarato Achille Occhetto all’Huffington Post in cui difende a spada tratta il suo vitalizio di 5 mila euro al mese coi quali mantiene la moglie e due figli disoccupati….tenero cuore di papà!

Come ti dicevo queste interviste sono solo uno spunto di riflessione , non sta a me esprimere un giudizio sui fatti in questione, bensì oggi vorrei parlarti di qualcosa ben più’ importante per te in ottica di crescita personale ovvero come imparare a gestire la tua rabbia e renderla produttiva ed efficace al raggiungimento dei tuoi obbiettivi!

Voglio confessarti che interviste del genere in passato ne ho viste e sentite a tonnellate e non puoi lontanamente immaginare quanto mi facessero incaz…arrabbiare! Peccato che poi a parte una forte ed incontrollabile emozione del momento , qual’è la rabbia , non ne ricavavo  nulla di buono per me stesso , anzi, mi facevo solo il sangue marcio e sovente andavo a compromettere l’andamento della mia giornata.

Che ti piaccia o meno casi come questo sono all’ordine del giorno in Italia e nonostante tu ancora ti arrabbi quando senti interviste di questo genere , per il tuo bene voglio dirti una cosa : stampati a fuoco nel tuo cervello che incazzandoti non risolverai la faccenda né migliorerai la qualità della tua vita!

Però puoi imparare a sfruttare la rabbia a tuo favore e usarla in determinati momenti per migliorare le tue prestazioni in molti campi della vita : professionale, apprendimento , benessere fisico, relazioni , ecc…

Perché Esprimere La Rabbia

Come Usare La Tua Rabbia In Maniera Produttiva

Come tutte le emozione primitive e più’ precoci , come ad esempio la gioia e il dolore, essa può essere osservata sia in bambini molto piccoli che in specie animali diverse dell’uomo.

Fin dalla tenera età ci è stato insegnato che è cattivo e sbagliato esprimere e manifestare la propria collera. Infatti la manifestazione della rabbia , da un punto di vista strettamente culturale, viene ancora oggi considerata inopportuna ed associata all’aggressività. Le persone temono la propria rabbia perché sono convinte che questa li possa spingere a  compiere  azioni dannose e, di conseguenza, ci si rifiuta di prestare attenzione alla collera e si esita ad esprimere la propria rabbia.

Reprimendola però  le probabilità che la rabbia esploda in momenti meno opportuni oppure sfogandola verso persone che non hanno nulla a che fare con la causa originale di questo stato emotivo sono maggiori.

Ti è mai successo di prendertela con qualcuno che non c’entrava nulla solo perché in quel momento eri arrabbiato?

Magari eri cosi furibondo in quel momento che te la sei presa con qualcuno piu’ debole di te ?

Devi sapere che quando accumuli dentro di te troppa rabbia , questa prima o poi inevitabilmente esploderà e un pò come fanno gli animali, potresti provare a scaricarla su qualcuno più’ debole di te solo per avere un minimo senso di potere.

Inoltre la rabbia repressa si ritorce contro di noi alimentando ad esempio sentimenti d’inferiorità nei confronti degli altri oppure , cosa ancor peggiore, portarci ad avere attacchi depressivi.

Ed è risaputo che quando la mente non è piu’ in grado di gestire questi conflitti che il corpo ne risente : hai mai sentito parlare della fame nervosa?

Con questo termine gli studiosi del comportamento alimentare definiscono la situazione vissuta da quei soggetti che associano le emozioni con l’assunzione di cibo e lo usano per far fronte alle emozioni che ogni giorno incontrano.

Come Gestire La Rabbia ed Essere Produttivi

Come Usare La Tua Rabbia In Maniera Produttiva

Ora veniamo ai consigli pratici per imparare a gestire questo sentimento e senza esserne sopraffatti.

  1. Usa il quarto di secondo : ogni emozione ci stimola ad agire e spesso senza riflettere. Il neurochirugo Benjamin Libet mentre operava i suoi pazienti in anestesia locale  ha fatto una scoperta importante. Quando ordinava loro di muovere un dito , i macchinari che  registravano l’attività cerebrale del paziente,segnalavano una frazione di secondo, per la precisione un quarto di secondo, ovvero il lasso di tempo che  trascorreva da quando il paziente riceveva lo stimolo ad agire a quando avveniva l’azione. Sfrutta quel quarto di secondo per scegliere in maniera consapevole come reagire!
  2. Concentrati sulla tua rabbia : osservala con attenzione , studiala in ogni suo dettaglio , analizzala e passala al microscopio . Francesco Bacone diceva : sapere è potere. Se impari a conoscere nei minimi dettagli un’emozione cosi’ forte e potente come la rabbia scoprirai coma gestirla e  adottare quei piccoli accorgimenti per scaricarla prima che ti esploda in faccia come una mina anti uomo.
  3. Scaricala : E’ l’ultimo passo ma il più’ importante. Il tuo cervello è un meraviglioso computer , apri il file piu’ funzionale per gestire questa emozione, quindi agisci! Puoi fischiettare o canticchiare, andare a farti una corsa o una bella nuotata, fare esercizi al corpo libero (piegamenti e addominali fanno solamente bene e ti mantengono in forma) oppure  respirare profondamente eliminando i pensieri negativi .

Sappi che gestire la rabbia e non farsi gestire da essa è un esercizio e devi continuamente tenerti in forma per non cadere nelle trappole tese da questa brutta bestia. Nei momenti più’ ardui usa il mantra dei mantra : un chissenefrega e d un chissenefotte non si nega mai a nessuno! 😉

Quando il motivo della tua rabbia sono i mitici stronsi adotta la Tecnica della Farfalla e dell’ Ape.

Per concludere ricorda : che non vale la pena arrabbiarsi e sprecare le tue energie fisiche e mentali per situazioni che non puoi controllare completamente. Potrebbe tornarti molto utile la conoscenza ed utilizzo delle Sfere D’Influenza.

Ti saluto con una frase che spero possa illuminarti ogni volta che stai vivendo un momento di collera , una meravigliosa frase di Buddha :

Trattenere la rabbia è come trattenere un carbone ardente con l’intento di gettarlo a qualcun altro; sei tu quello che si scotta.

Se hai trovato utile questo post non farmi arrabbiare, condividilo sul tuo social network preferito o…. ti mando i miei amici! Testina non arrabbiarti stavo scherzando . 😛 😉

Se invece desideri approfondire l’argomento sfrutta il box commenti che vedi qui sotto e dimmi cosa ne pensi!

Have a Great Day .

William