Come trasformare i No in Si

Come trasformare i no in si

Come trasformare i No in Si

Come trasformare i No in Si

 

Oggi voglio parlarti di una tecnica molto potente , efficace e molto utile al superamento di un obbiezione, una tecnica con la quale trasformerai i No dei tuoi interlocutori in entusiastici Si !
Ho appreso questa tecnica molto tempo fa quando lavoravo a strettissimo contatto con degli esperti e navigati commerciali.
Devi sapere che le persone un po’ per diffidenza e un po’  a causa dell ambiente nel quale vivono ( e l’Italia è un bel’ “ambientino” di diffidenti  ) sono portate a dire spesso di no come meccanismo di autodifesa.

Devi anche sapere che più l’ obbiezione negativa è marcata e forte maggiori saranno le tue opportunità di trasformarla in un si. Però tieni presente che non sarà facile, soprattutto all’ inizio, perché per diventare padrone di questa tecnica dovrai fare molta pratica e mandare giù dei fastidiosi “rospi”…i no.

Dovrai quindi inizialmente creare come una sorta di “sistema immunitario” ai no, ai rifiuti. Questo “sistema immunitario” in psicologia viene definito desensibilizzazione selettiva.

“Ah Wi ma che cazzo stai a dì? “

Immagina la prima volta che hai fatto qualcosa che non avevi mai fatto prima. Magari ti sarai sentito un po’ nervoso, o a disagio o intimorito. Io ad esempio mi sono sentito così la prima volta che ho preso un aereo. Una paura bestiale,ricordo ancora che la notte prima del volo alla sola idea di mettere piede su un aereo mi sentivo particolarmente agitato. Mille paranoie e seghe mentali nella mia testa. Poi una volta preso l’aereo ,non ti dico che la paura sia sparita,era comunque la mia prima volta , ma buona parte dei timori e della tensione sono scomparse magicamente.E ogni volta coi voli successivi è andata sempre meglio. Ora prendere un aereo lo faccio in scioltezza, con disinvoltura , come quando la mattina faccio colazione.

Cosa dovrai fare  per apprendere questa tecnica?

Sappi che le prime volte che sperimenterai questa tecnica non sara facile e potrebbe tornarti utile il mantra csf csf nei momenti più duri,nei momenti in cui collezionerai un sacco di no.Tu non arrenderti vai avanti e inizia a:

1#Proporre :

Come trasformare i No in Si

Trova una lista di persone, meglio se perfetti sconosciuti coi quali esercitarti . Cosi innalzerai la tua soglia al rifiuto e svilupperai i giusti anticorpi.Potresti proporre loro un piccolo sondaggio e poi vedere se sono disposti a rispondere alle tue domande o darti un bel no piccato. Se ti dovessi beccare il no, vai avanti e  passa ad un’altra persona e poi ad un’altra ancora. Vedrai già come dalla prima alle decima persona  le cose per te saranno nettamente migliorate e ti sentirai sempre più’ a tuo agio ed indifferente ad un eventuale no!

2#Ascoltare :

Come trasformare i No in Si

Un bravo commerciale , una persona che vuole fare business e che desidera trasformare i No in Si deve saper ascoltare cosa dice il suo interlocutore. Spesso loro ci dicono cosa stanno cercando….se tu non li stai ad ascoltare come puoi pretendere che loro poi ti diano retta? Quindi ascoltali con tutta la tua attenzione perchè innanzitutto ti tornerà utile cosi’ capirai cosa hanno bisogno . E in secondo luogo , fidati , quando qualcuno ci ascolta è sempre una sensazione estremamente piacevole ed appagante. Se tu ascolti una persona la farai sentire appagata ed importante e verrai apprezzato per questo !

3#Osservare:

Come trasformare i No in Si

Hai 2 occhi, inizia ad usarli! Fa Bala’ l ‘Oeucc (che tradotto dal milanese significa fai ballare l’occhio ) ovvero osserva con attenzione il tuo interlocutore mentre interagisci con lui. Mettilo al centro della tua attenzione , in quel momento fallo sentire al “centro del tuo universo”. Osservandolo con attenzione sarai in grado di scoprire cosa ha bisogno e potrai fargli una proposta mirata in base alle sue esigenze.E anche in questa circostanza , comportandoti con naturalezza , lo farai sentire importante.

4#Disinvoltura :

Come trasformare i No in Si

Parla in scioltezza  , proponiti con disinvoltura , in maniera naturale non costruita. Con educazione. Sii te stesso e non fingere ciò che non sei . Il tuo interlocutore inconsciamente lo intuisce se menti e se vorrà metterti alla prova capirà se stai fingendo o se invece sei sincero.  E’ piu utile e produttivo essere naturali e non artefatti. Essere se stessi ed evitare di fingere ciò che in realtà non si è , consente di creare confidenza e fiducia. Abbatte il livello di diffidenza.

5#E’ solo business :

Come trasformare i No in Si

Non prenderla mai sul personale. Non cadere mai nel gioco perverso del “quello non capisce un ozzac” (l’ultima parola ha senso se letta al contrario 😉 ). Cerca di essere professionale. Il professionista che si rispetti non inciampa mai in questo ostacolo bensì lo affronta e supera con disinvoltura. Non è mai una questione personale e sa gestire le proprie emozioni.(anche quando ha a che fare con persone che appaiono particolarmente ostiche o ottuse).Per cui se sostiene che il tuo prodotto o il tuo servizio non gli piace o gli fa schifo , non incazzarti e incassa il colpo, non dare giudizi.Non controbattere alle sue affermazioni mosso dalle tue emozioni. Usa la testa e se intuisci che hai di fronte una persona inquadrata nelle sue convinzioni procedi e passa oltre con un altro potenziale cliente.

6#Improvvisare:

Come trasformare i No in Si

Con chi credi di avere a che fare con le istruzioni per montare un mobile dell Ikea? Stai interagendo con una persona e ogni persona è mossa dall’ irrazionalità, dalle emozioni del momento e dai problemi che vive in quel istante. Improvvisa e interessati sinceramente a chi ti sta di fronte cercando di essergli utile!Se lo vedi sulle sue prova a sdrammatizzare con una battuta o a fargli un complimento sincero e disinteressato .Il dinamismo e la capacità d’improvvisazione aprono porte che, con la rigidità e seguendo un copione prestabilito, rimarrebbero sempre chiuse .Inoltre  così sarai apprezzato e ricordato come persona interessante.

Trasformare i No in SI è solo una questione di pratica ed allenamento. Esercitati quotidianamente con dei perfetti sconosciuti. Anche se pensi o ti senti timido , ricorda,bisogna imparare e una volta che avrai appreso tutta la timidezza e quel fastidioso senso di sentirsi un pò goffo e impacciato lascerà il posto ad una persona più’ sicura e confidente dei propri mezzi.

La tecnica in questione con delle piccole varianti può essere applicata anche in altri ambiti della vita ed è utilissima perché ti consente di sviluppare una maggiore sicurezza e ti permette di liberarti di quel fastidioso senso di timidezza totalmente deleterio quando vuoi relazionarti ( o imparare a relazionarti) con altre persone,

Per oggi è tutto. Se trovi che l’articolo possa esserti stato utile ti chiedo di condividerlo con altre persone….cosi migliori la tua capacità d’improvvisazione. 😉

Se hai curiosità o domande che desideri approfondire non esitare a domandare , puoi usare il box commenti che vedi qui’ sotto.

Have a Great Day

William