Come Trasformare Gli Avversari In Una Risorsa

Come Trasformare Gli Avversari In Una Risorsa

Come Trasformare Gli Avversari In Una Risorsa

“La vita è troppo breve per avere dei nemici ” Ayrton Senna

Nella vita come  nel mondo del lavoro, nell’ambito professionale come in quello sportivo incontreremo delle persone con le quali si instaurerà un rapporto particolare…speciale. I nostri avversari.

Il post di oggi ti mostrerà come trasformare l’avversario in una potentissima e preziosissima risorsa utile per il tuo personale percorso di crescita personale o finanziaria.

E’ inutile che ti dica che durante il tuo cammino incontrerai persone magnifiche ma anche enormi stronsi ( come dicono i francesi originari del nord Africa :-) ) come anche la risorsa più’ preziosa in assoluto che tu, forse in quel momento, non ti renderai conto di avere tra le mani…. i tuoi avversari !

(N.b.: ho detto avversari e non nemici !!!! I primi sono i tuoi antagonisti che gareggiano contro di te mentre i secondi sono coloro che manifestano profonda avversione e ostilità verso qualcuno.)

Chi è il tuo avversario

Come Trasformare Gli Avversari In Una Risorsa

Il tuo avversario è quella persona , quell’azienda o quell’individuo in grado di tenerti testa, capace di darti del filo da torcere. E’ quella persona che ti spingerà oltre i tuoi limiti , quell’essere che inconsciamente ti darà l’enorme ed incredibile opportunità di crescere nel tuo ambito (professionale, sportivo, di business) perché sarà in grado di stimolarti con il più’ potente viatico presente nella natura umana : la sfida!

Sono le sfide al limite dell’impossibile, gli avversari più’ forti , quelli con i quali consciamente o inconsciamente desideriamo competere ,affrontare e che desideriamo battere che risultano il miglior stimolo possibile come “benzina” per la nostra motivazione. E’ la nostra voglia di avere la meglio su di loro in uno “scontro” duro ma leale a spingerci ad impegnarci di più’, a lavorare di più’ a darci maggiormente da fare.

Sei scettico ? Storci il naso? Non ci credi ?

La storia , la tua storia come la storia dello sport, della musica, del business è piena di incredibili e meravigliose rivalità : Coppi vs Bartali , Senna vs Prost ,Ali’ vs Frazier, Messi vs Ronaldo , Germania vs Inghilterra , Beatles vs Rolling Stones , Vasco vs Ligabue , Jobs vs Gates , Coca Cola vs Pepsi ,  Mercedes vs Bmw ,Batman vs Joker ,  e chi piu’ ne ha piu’ ne metta.

L’avversario , il tuo avversario diverrà la più’ potente motivazione per cui autonomamente ti spingerai oltre i tuoi attuali limiti e svilupperai e migliorerai una serie di competenze e capacità che prima non avevi o che non erano cosi’ sviluppate.

Ci saranno dei momenti dove ne dirai di “peste e corna” , dove sarai talmente preso dalla competizione , dalle emozioni del momento, dall’entusiasmo che potresti dirne di “ogni”,usare toni accesi e molto duri e  forse anche  agire in maniera al limite dello scorretto .

Vuoi sapere una cosa ? Ci può stare perché fa parte del gioco competitivo.

In un gioco competitivo a volte si “picchia duro” perché lo scopo è battere l’avversario ricorrendo a qualsiasi mezzo e ahimè delle volte si potrebbe ricorrere a delle azioni al limite del border line. Celebre nel mondo degli affari la rivalità tra due #1 : Steve Jobs e Bill Gates. All’epoca Steve e Bill che avevano collaborato ad alcuni progetti comuni , dall’oggi al domani diventano acerrimi rivali. Bill con una mossa un pò truffaldina si appropria di un brevetto sviluppato dalla Apple di Steve Jobs e crea il primo sistema operativo user friendly installato sul 90% di tutti i computer venduti al mondo Windows. Da li’ nasce una delle più’ belle e memorabili rivalità che il mondo degli affari abbia conosciuto negli ultimi 30 anni. E’ la rivalità tra i due contendenti che porterà a far crescere in maniera esponenziale Apple e Microsoft fino a farle diventare leader incontrastate del mercato dell’informatica.E non solo…infatti è  grazie alla loro perenne sfida che  i prodotti sviluppati da entrambe le compagnie miglioreranno in qualità , prestazioni e diventeranno di uso comune.

Anni 70 , l’era d’oro del pugilato dei pesi massimi. I due contendenti , in un angolo l’istrionico ed elegante Muhammad Ali , nell’altro angolo il pragmatico e concreto Joe Frazier. I due danno vita non solo a  delle battaglie verbali ma anche ad  incredibili e memorabili scontri sul ring che rimarranno negli annali della storia del pugilato.

“Ah Wi io a quello je vojo solo rompere er cu*o “

Se ragioni in questa maniera , da una parte anche comprensibile , perché dopotutto un gioco competitivo porta a questo ad una accesa voglia di rivaleggiare e competere , però vorrei offrirti qualche utile motivo e spunto di riflessione per cui dovresti imparare a gestire le emozioni del momento e portare rispetto per il tuo avversario.

Perché rispettare il tuo avversario

  • Stimoli e Motivazioni : è la persona che più’ di chiunque altro al mondo ti fornirà quegli stimoli e motivazioni per migliorarti e crescere
  • Creatività : aumenterà la tua creatività e spirito d’iniziativa
  • Energie : la voglia di affrontarlo e batterlo ti darà quelle energie che mai troveresti da solo
  • Esperienza : sono gli avversari, i grandi avversari, quelli che ci consentono di maturare e accrescere la nostra esperienza
  • Aiuto : sovente sono queste persone quelle che ci aiutano maggiormente in maniera diretta o indiretta.

Ricorda se in questo momento hai un avversario evita di farti guidare dalle emozioni del momento non insultarlo,ma se proprio non riesci a contenere le tue emozioni….vacci leggero!

Ricorda : merita il tuo  rispetto e dovresti avere stima di lui perché è anche grazie a lui se ora sei o se diventerai una persona migliore o un professionista più’ preparato e competente!


Un giorno quando la vostra sfida sarà conclusa,molto probabilmente, lo ricorderai con molto affetto e forse ti mancherà un pò come ad Ayrton mancava Alain.

Anche per oggi è tutto, se l’articolo ti è piaciuto ti chiedo di condividerlo con altri tuoi amici o conoscenti.Se hai domande non esitare a scriverle nel box commenti che vedi qui sotto. 😉

Spero che queste brevi festività pasquali ti abbiano ridato il giusto slancio ed energie , per il momento è tutto.

Ti auguro una Buona Giornata.

William