Come Sfruttare La Rabbia Per Raggiungere I Tuoi Obiettivi

Come Sfruttare La Rabbia Per Raggiungere I Tuoi Obiettivi

Come Sfruttare La Rabbia Per Raggiungere I Tuoi Obiettivi

Come Sfruttare La Rabbia Per Raggiungere I Tuoi Obiettivi

Chi ti ha detto che la rabbia è solo un male?

Qualcosa da cui starne lontani perché ti “avvelena” il sangue ?

Se la rabbia non viene gestita correttamente è vero  ma questa emozione cosi’ forte, spesso negativa, se sfruttata nella giusta direzione e con un’ intensità mirata, diventa un incredibile alleata ed una preziosa fonte di motivazione per raggiungere i tuoi obiettivi di tutti i giorni.

All’apparenza, usare come forza motrice e spinta all’azione  questo sentimento cosi’ negativo, può sembrare pericoloso (soprattutto se non sei ancora in grado di controllarla) ma in alcuni momenti della vita è una tecnica pratica da apprendere e utilizzare perché rappresenta una grossa opportunità sia per migliorare la propria produttività oltre a essere un trucco molto usato nella preparazione mentale.

A chiunque è capitato, delle volte, di arrabbiarsi e perdere le staffe quando una cosa ci tocca da vicino. In quel momento ci sentiamo come pervasi da un energia incredibile, una forza sovrumana come quella di superman.

Nell’ articolo Come Usare La Tua Rabbia In Maniera Produttiva ti ho mostrato alcune tecniche per non farti corrodere da quell’energia ma come domarla e scaricarla perché, un pò come le scorie di scarto che vengono prodotte dal nostro organismo, se non ce ne liberiamo rischiamo di ammalarci.

Se hai letto l’articolo ricorderai che la rabbia non è sempre un male, che viene per nuocere, ma delle volte presenta dei risvolti positivi e oggi vedremo come utilizzarla a tuo favore per raggiungere i tuoi obiettivi.

 

 

Come Usare La Rabbia

Come Sfruttare La Rabbia Per Raggiungere I Tuoi Obiettivi

La rabbia serve a renderti efficiente. Questa è la sua funzione per la sopravvivenza. Ecco perché ti è stata data. Se ti rende inefficiente, mollala come una patata bollente.” Philip Roth

Nei frangenti in cui ti senti un pò demotivato ripensa a quelle situazioni in cui ti sei dato molto da fare o per dirla alla francese dove ti sei fatto un culo cosi.

Inizia a concentrarti, rivivi quei momenti e falla salire dentro di te.

Immagina: è come se stessi  facendo il pieno alla tua macchina di una miscela speciale, di quelle altamente infiammabili, dove alla prima scintilla può scoppiare tutto. Quindi presta attenzione e non accenderti una sigaretta mentre fai il pieno. (scherzo ma ci tenevo troppo a dirla questa minchiata della sigaretta :-) )

Benissimo ora, che hai fatto il pieno e senti che le pulsazioni del tuo cuore sono accelerate, inizia a respirare.

Usa il respiro come se fosse il pedale del freno, ogni volta che il motore va troppo su di giri o quando comprendi che il veicolo rischia di perdere il controllo, tu semplicemente respira cosi’ doserai il flusso di carburante al tuo veicolo.

Usa i tuoi occhi per osservare con attenzione la strada che stai percorrendo, dove ti trovi adesso e dove vuoi arrivare. Stai guidando quindi devi mantenere la concentrazione.

Osserva il traffico, i punti in cui puoi sorpassare e quelli dove è più saggio e prudente attendere o rallentare. Metti che sta attraversando la strada un pedone, cosa intendi fare, investirlo?

Non sprecare ad minchiam questo carburante o rischi di rimanere a secco di energie.

E ora inizia ad andare, sei sereno e calmo ma al tempo stesso motivato e questa energia proviene dalla tua capacità con cui controlli e sfrutti la rabbia.

Usa l’ esperienza che hai acquisito nel corso degli anni per riconoscere dove alzare il “piede dall’ acceleratore”, sarai più veloce in curva e più performante.

Guida ma ricordati sempre di respirare, il tuo corpo in questo momento è come quello di un pilota di formula 1 perché è sottoposto a delle incredibili sollecitazioni dovute alle accelerazioni, alle curve e alle frenate improvvise.

Il respiro ti aiuterà a rimanere concentrato, a non pensare alla fatica cui stai sottoponendo il tuo corpo e ad essere più rilassato (cosi’ eviterai anche di irrigidirti troppo e quindi migliorerai i tempi di reazione).

Ora che hai tagliato il traguardo è il momento di festeggiare. Alza le braccia al cielo, complimentati da solo per la corsa fatta, gioisci perché hai fatto qualcosa di incredibile e non devi dimenticartelo.

Incredibile il potere della rabbia se sfruttata come un pilota di formula 1, non credi?

Quando usare la rabbia

Come Sfruttare La Rabbia Per Raggiungere I Tuoi Obiettivi

Esistono dei precisi momenti in cui ti sarà utile ricorrere a questa preziosa e gratuita risorsa:

  • Quando sei demotivato
  • Quando non hai voglia di fare niente
  • Quando pensi o hai paura di non farcela
  • Quando comprendi che quella battaglia la vuoi vincere a tutti i costi ma ti serve un piccolo “incentivo”.

Lo sapevi che i guerrieri berserker, i feroci  e temuti vichinghi appartenenti ai corpi speciali  erano in grado di vincere sfide impossibili perché prima di ogni battaglia erano in grado di entrare in una sorta di trance agonistica auto inducendosi un profondo stato di rabbia?

Questo stato mentale di furia che veniva anche chiamato berserksgangr  li rendeva :

  1. motivati
  2. insensibili al dolore
  3. aumentava il loro furore agonistico

Insomma,  fino a pochi istanti prima  erano persone normali ma dopo che entravano in questo stato mentale diventavano guerrieri invincibili ed indistruttibili, disposti ad andare in contro alla morte fregandosene di tutto, non conoscevano la paura.

Quali momenti sfruttare per trasformare la tua rabbia in sana energia

“Trasformo la rabbia in forza, la forza in passione, la passione in amore, l’amore in delusione, la delusione in rabbia. E ricomincio.” (Anonimo)

Ora non ti resta che scegliere la “miscela” appropriata per diventare un invincibile berserker o se preferisci uno spericolato pilota di formula 1 ovviamente sempre seguendo un metodo efficace e pragmatico.

Per fare questo usa quel meraviglioso computer di cui mamma e papà ti hanno dotato. Non sto parlando dell’ultimo modello della Apple ma del tuo cervello!

Per trovare l’ispirazione e la giusta dose di rabbia controllata scegli dalle tue esperienze che hai sepolto dentro di te come:

  • Le tue sconfitte
  • Tutte le volte che ti hanno deriso o non hanno creduto in te
  • Quando sapevi che stavi facendo bene ma ti sei fatto condizionare dai tuoi detrattori ( gli scettici) e hai mollato perché hai preferito credere agli altri invece che a te stesso

Un buon metodo è usare e visualizzare nella mente suoni o immagini che ti diano la forza e la “rabbia” di un berserk.

Che ne pensi di questa canzone?

È una delle mie canzoni preferite che tira fuori il guerriero berserker che c’ è in me. Con questa canzone non sento il dolore, la paura e non provo il timore ma voglio solo vincere le mie battaglie.

Non ti dico quante volte Thunderstruck degli AC/DC mi ha tenuto compagnia mentre, ad esempio, correvo da solo la mattina presto in quelle giornate dove faceva freddo oppure pioveva. Quante volte mi ha spronato a tirare fuori il meglio di me perché, magari quel giorno, ero un pò meno motivato del solito….insomma una manna scesa dal cielo. :-)

In sintesi :

  1. individua i momenti in cui hai bisogno di una spinta ad agire
  2. seleziona quei frangenti che ti fanno entrare in uno stato di rabbia controllata
  3. dosa il furore che ne deriva con equilibrio
  4. complimentati con te stesso e rilassati ogni volta che raggiungi il tuo obiettivo quotidiano 

Per oggi è tutto e se l’articolo ti è piaciuto, non farmi arrabbiare, condividilo sul tuo social network preferito. 😉

A proposito se vuoi approfondire l’argomento o se desideri condividere, ad esempio, la tua canzone o un immagine che tira fuori il il guerriero berserker o pilota di formula 1 che c’è in te, scrivilo nel box commenti che vedi qui sotto.

 

Have a Great Day.

William

 

 

 

  • Vincenzina

    Mi piace molto come scrivi ,sei un counseling ?

    • Ciao Vincenzina e grazie per i complimenti :-)
      Non sono un professionista counseling ma sono molto appassionato di crescita personale, psicologia e produttività. Ho letto e continuo a leggere tanto ma soprattutto ho sperimentato ( e continuo a sperimentare) moltissimo e ho deciso di rendermi utile agli altri mettendo a disposizione tutto ciò che ho provato in prima persona.
      Grazie ancora per i complimenti e spero di sentirti presto. 😉

  • Giovanna

    Ciao William carino il tuo articolo ma non è pericoloso ciò che scrivi?
    Ho letto che i guerrieri berserker raggiungevano quello stato di furia usando sostanze stupefacenti come dei funghi particolari ed erano esausti al termine del combattimento.

    • Ciao Giovanna la risposta è molto articolata cercherò di semplificare.
      SI è pericoloso se non sai gestire la rabbia e ti fai guidare ciecamente dai bassi istinti e dalla furia incontrollata che ottenebra la mente.
      Ad esempio, i guerrieri berserker , erano una sorta di kamikaze dell’epoca. Votati alla morte per il grande Odino.
      Ma siccome noi siamo piu’ sgamati e pratici se impariamo a sfruttare l’energia che deriva dalla rabbia e la canalizziamo verso un obiettivo preciso e usiamo i giusti accorgimenti per non “sbattere contro un muro” è una fonte incredibile di motivazione.
      Bisogna diventare abili piloti. 😉