Come Realizzare Obiettivi Impossibili

Come Realizzare Obiettivi Impossibili

Come Realizzare Obiettivi Impossibili

Come Realizzare Obiettivi Impossibili

“È la ripetizione delle affermazioni che ti porta a crederci. E quella credenza si trasforma poi in una convinzione profonda, e le cose cominciano ad accadere.”Muhammad Ali

Con l’articolo di oggi voglio presentarti in maniera semplice e pratica un’altro importante concetto della crescita personale la comfort zone.

“Ah Wi comfort che? “

La zona di comfort o comfort zone è una condizione nella quale una persona agisce senza ansia e senza provare alcun sensazione di rischio o pericolo.

“Ah Wi detta cosi’ nun me sembri troppo chiaro. “

Hai presente quando durante la pausa caffè o la pausa pranzo ti circondi sempre delle solite persone perchè in qualche maniera ti fanno sentire a tuo agio?

Oppure quando vai a fare benzina sempre dallo stesso benzinaio o quando vai a fare la spesa sempre nel solito posto?

Questi sono solo alcuni esempi per descrivere la zona di comfort te ne potrei citare a centinaia.

Insomma , umanamente , abbiamo come individui la tendenza a crearci delle abitudini che ci fanno sentire a nostro agio ma a volte corriamo il rischio ,se ogni tanto non stravolgiamo l’ordine delle cose mettendole in discussione e cambiandole un pò, di diventarne prigionieri.

Detto in parole ancor piu’ semplici se ,di tanto in tanto,non impari a variare le tue abitudini rischi di diventarne schiavo come gli afro americani che raccoglievano il cotone nelle piantagioni sudiste degli Stati Uniti prima della Guerra di Secessione Americana.

Per semplificarti ulteriormente questo concetto e l’importanza di apprendere e come uscire dalla zona di comfort ti parlerò del giovane Cassius Clay ,in seguito Muhammad Ali ,e delle 2 persone che l’hanno aiutato e spronato a diventare The Greatest Of All The Time.

Devi sapere che il giovane Cassius era un ragazzo particolarmente introverso,parlava poco,anzi non gli piaceva per nulla parlare.Aveva già fin da giovane delle grandi potenzialità e doti tecniche ma gli mancava qualcosa.

Per raggiungere quel qualcosa ci pensò uno dei più grandi allenatori di pugilato di sempre,Angelo Dundee,il quale si accorse di questa mancanza del futuro campione del mondo e si attivò per farlo crescere e colmare questa sua lacuna.

Iniziò a spronarlo ed incitarlo:“Cassius tu hai grandi doti ma finché non inizierai a parlare non diventerai mai grande!”. Allora Cassius come ogni pugile diligente e che ripone piena fiducia nel proprio maestro segui’ i suoi consigli ed inizio a parlare ed essere comunicativo.

Parlava con sicurezza,a volte appariva un pò spavaldo e pieno di sè nelle sue dichiarazioni ,specie quando davanti ai giornalisti indicava in quale ripresa avrebbe messo KO l’avversario ma comunque non si tirava indietro e parlava.

“Ah Wi embè?Io manno a fanculo un sacco de gente”

E’ diverso,il suo modo di fare a volte sopra le righe era voluto,delle volte studiato,non era facile per un’introverso quale Cassius parlare di fronte a degli sconosciuti,era difficile ma lui impegnandosi col tempo rese tutto questo semplice creando una di quelle buone abitudini che lo caratterizzarono per tutto il corso della sua carriera professionistica.

Precisazione importante: c’è una sostanziale differenza tra l’ essere timido dall’introverso,infatti il primo si sente in difficoltà e a disagio quando ha a che fare con situazioni poco familiari e magari sente di poter essere giudicato per come si comporta.L’introverso invece è disinteressato a stabilire e a mantenere rapporti con gli altri infatti non hanno paura delle interazioni ,peculiarità che contraddistingue un timido,bensi’ molto semplicemente non le vogliono curare e non le temono!

Cosa aveva compreso Dundee

Come Realizzare Obiettivi Impossibili

“Sono il piu’ grande non solo li metto KO,ma scelgo anche il round.”Muhammad Ali

Angelo aveva capito che al ragazzo di Louisville dal punto di vista tecnico non gli mancava nulla ma che doveva uscire dal guscio e mostrare agli altri,a parole,la sua forte e potente personalità quindi doveva superare le sue remore e parlare.

Fu questo il segreto del successo di Cassius,infatti se non avesse appreso l’abitudine di parlare con gli altri,se non fosse uscito dalla sua zona di comfort difficilmente avrebbe ottenuto e sfruttato la possibilità di combattere e vincere il titolo di Campione del Mondo dei pesi massimi a soli 22 anni ,record che rimase suo per circa 2 decenni.

Infatti Cassius inizio’ a rilasciare interviste provocatorie alla stampa nei confronti del detentore del titolo ,Sonny Liston,iniziò a provocarlo in pubblico e ad ogni minima occasione,celeberrimo l’episodio quando si presentò sotto l’hotel di Liston con al seguito dei giornalisti urlandogli che doveva affrontarlo per dimostrare di non avere paura di lui e non essere considerato un vigliacco.Il caso scatenò un’autentico putiferio mediatico e Liston spronato dalla stampa non poté tirarsi indietro e concesse l’opportunità mondiale che il giovane Clay desiderava fortemente,come andò a finire è storia, Clay sconfigge Liston ed entra nella storia del pugilato come il piu’ giovane campione del Mondo.

Quello che segue è il video con gli hightlights di quell’incredibile primo incontro tra questi due formidabili pugili.

Questo è quanto Muhammad,cosi’ decise di chiamarsi dopo essersi convertito alla fede islamica,dichiarò anni dopo ad un giornalista : “Ero spaventato. Sonny Liston era uno dei più grandi pugili di tutti i tempi. Colpiva duro ed era deciso ad uccidermi, ma ero là, non avevo scelta”.L’aneddoto curioso è che Muhammad all’epoca Cassius, il giorno prima del match,era talmente spaventato di incontrare Liston che venne quasi sopraffatto dall’ansia al punto tale che i medici registrarono un insolito sbalzo della sua pressione sanguigna.

Nonostante il comprensibile timore e l’ansia ha comunque  affrontato il campione in carica,un uomo la cui fama di cattivo,rude e picchiatore terrorizzava chiunque,Cassius si era fatto notare dai media provocando Sonny  in ogni maniera e sul ring l’ha affrontato in maniera spavalda ,anche se intimamente lo temeva,perché aveva deciso che voleva dimostrare a tutti le sue qualità e voleva raccogliere i frutti del duro e costante lavoro svolto in palestra.

Ciò che consenti’ a Cassius  di realizzare tutto questo fu proprio uscire dalla sua zona di comfort,affrontare le sue paure ed iniziare a fare qualcosa in cui non si sentiva a suo agio come  parlare.

Sintesi Finale

Come Realizzare Obiettivi Impossibili

“Impossibile è solo una parola pronunciata da piccoli uomini che trovano più facile vivere nel mondo che gli è stato dato, piuttosto che cercare di cambiarlo. Impossibile non è un dato di fatto, è un’opinione… Impossibile non è una regola, è una sfida… Impossibile non è uguale per tutti… Impossibile non è per sempre… Impossible is nothing.”Anonimo

Impara ad uscire gradualmente dalla tua zona di comfort ,giorno dopo giorno, a piccoli passi. Abituati piano piano a cambiare le tue abitudini,bastano piccoli gesti come ad esempio provare ad andare a bere il caffè con qualche collega diverso dal solito oppure andare a prendere il giornale in un edicola diversa o a fare la spesa in un supermercato che non sia sempre quello sotto casa.

Se hai una lacuna,dopo che l’hai individuata,rimettiti in discussione,lanciati una sfida personale quindi raccoglila ed inizia ad impegnarti seriamente per cercare di migliorarti.

Nei momenti in cui sentirai di avere meno fiducia nei tuoi mezzi,hai paura o vuoi mollare,rileggi e ascolta cosa diceva Micky a Rocky quando partiva la vocina bastarda del non ce la posso fare.

Inoltre potrebbe esserti di grande aiuto imparare a sviluppare la tua resilienza per incrementare la tua forza di volontà facendoti ispirare dalla storia di un grande atleta.

E se dovessi avere a che fare con quell’orda di rifiuti viventi che tentano in ogni maniera a riversare le loro frustrazioni su di te e che provano a boicottare il tuo percorso di crescita personale scopri come mettere le ali alla tua vita con questi semplici suggerimenti pratici per come riconoscerli, affrontarli e liberarsi di loro.

La ciliegina sulla torta approfitta quotidianamente delle 3 parole magiche per migliorare il corso della tua giornata : desidero, voglio, posso!

Per oggi è tutto, se l’articolo ti è piaciuto e l’hai trovato utile ti chiedo di condividerlo sul tuo social network preferito.

Non sei avvezzo a condividere articoli? Ecco un esercizio semplice e pratico per uscire dalla tua zona di comfort! 😉

Se invece desideri approfondire il tema scrivi un tuo commento usando il box commenti che vedi qui sotto.

Have a Great Day

William