Come Guadagnare Tempo : La Tecnica Del Pigro

Come Guadagnare Tempo La Tecnica Del Pigro

Come Guadagnare Tempo : La Tecnica Del Pigro

 

Come Guadagnare Tempo La Tecnica Del Pigro

“Gli uomini sono basicamente intelligenti o ottusi e pigri o ambiziosi. Gli ottusi ma ambiziosi sono pericolosi e ne sto alla larga. Gli ottusi ma pigri li assegno a compiti mondani. Gli intelligenti ambiziosi li inserisco nel mio staff. Gli intelligenti pigri li rendo miei comandanti.” Erwin Rommel

 

Oggi voglio farti una piccola confessione : sono stato per moltissimo tempo un super sgobbone e stacanovista. Per darti un’ idea non stavo mai fermo, spesso facevo anche 3 o 4 cose contemporaneamente e ne andavo profondamente orgoglioso. Da buon milanese disprezzavo tutti quelli che se la prendevano con calma e non potevo assolutamente vedere i pigri.

E sai cosa ho imparato col tempo?

Il loro modo di agire era più efficace del mio!

I pigri e più in generale chi se la prende con calma sono le persone che in molti ambiti della vita risultano essere estremamente efficaci e produttive .

” Ah Wi oggi ho passato quasi 1 ora d’attesa in posta perché ce stava quello allo sportello che se la pijava con calma, ma vedi d’annattelo a pijà pigramente nel cu..”

Ok magari hai avuto una giornata snervante e pensi che la colpa sia dell’impiegato allo sportello che se la prendeva con calma ma forse la tua foga e voglia di fare miliaaaaaaaardi di cose ti ha tolto un pò di lucidità nell’osservare che in coda c’era il solito plotone di pensionati, qualche tritaballe di turno e anche la vecchietta che devi spiegargli le cose 3 o 4 volte perché poverina è mezza sorda, comunque tra un pò ti spiegherò i motivi della mia affermazione.

Considera che quando ero affetto dalla patologia del superuomo #vogliofaretuttoio, pur adottando dei metodi molto efficaci che mi consentivano di guadagnare tempo in ogni cosa che facevo cosicché potevo occuparmi di più’ cose contemporaneamente perdevo di vista un’aspetto estremamente importante : mi spompavo peggio di un mulo.

Tornavo a casa alla sera stanco morto, svuotato di ogni grammo di energie e voglia di fare, ero finito in una sorta di corsa del topo che mi impediva di ragionare lucidamente e mi faceva vedere la mia vita come se non avessi mai un pò di tempo da dedicare a me stesso, alle mie passioni e a quelle cose che avrei sempre voluto fare per crescere e apprendere cose nuove o anche solo svagarmi in maniera sana come la lettura di un buon libro o parlare con amici e amiche straniere per migliorare il mio inglese.

Per fartela breve facevo un mucchio di cose ma non le apprezzavo e per giunta mi sentivo come svuotato perché non riuscivo mai a “staccare la spina”.

Poi una volta prosciugate tutte le mie energie ho notato che non riuscivo più a  tenere i ritmi di prima, non ero più in grado di raggiungere gli stessi risultati di una volta. Senza accorgermene avevo talmente stressato la mia testa ed il mio fisico che la mia iperattività mi “aveva presentato il conto”.

Se non hai mai provato questa sensazione ti racconterò una storia per farti comprendere meglio questa situazione potenzialmente molto pericolosa.

Parla di un taglialegna e della sua ascia.

La Storia Del Taglialegna

Come Guadagnare Tempo La Tecnica Del Pigro

 

C’era una volta un possente taglialegna in cerca di lavoro.

Dopo aver girato diverse città, il taglialegna trovò finalmente impiego presso un importante commerciante di legno. L’ottima paga e le eccellenti condizioni di lavoro convinsero il taglialegna a dare il meglio di sé.
Il primo giorno il capo diede al nuovo arrivato un’ascia e gli indicò l’area del bosco dove avrebbe dovuto lavorare.

Al termine della giornata, il possente taglialegna frantumò il record degli altri dipendenti, raggiungendo i 18 alberi abbattuti.

Il capo si congratulò sinceramente con lui e questo motivò ancor più il taglialegna.
Il secondo giorno il taglialegna lavorò con tutte le sue energie, ma al tramonto gli alberi abbattuti furono 15.

Per nulla demoralizzato, il terzo giorno il taglialegna si impegnò con ancora più vigore, ma anche questa volta il numero di alberi calò: 10 unità.

Per quanta energia mettesse nel suo lavoro, giorno dopo giorno, il numero di alberi abbattuti continuò a calare inesorabilmente.
Mortificato, il taglialegna sì presentò dal capo scusandosi per lo scarso rendimento.

Al che l’esperto commerciante di legno pose al suo dipendente una semplice domanda: “Quando è stata l’ultima volta che hai affilato la tua ascia?”.

Un po’ imbarazzato il taglialegna rispose: “Signore, non ho avuto tempo per affilare la mia ascia, ero troppo impegnato a tagliare gli alberi”.

E tu….quando è stata l’ultima volta che hai trovato il tempo per “affilare la tua ascia”?

Se vuoi continuare a tagliare gli alberi devi imparare a trovare qualche momento per “affilare l’ascia” e pensare un pò a te stesso.

Se ti stai domandando come fare la risposta è : replica la tecnica del pigro.

La Tecnica Del Pigro

Come Guadagnare Tempo La Tecnica Del Pigro

“Sceglierò sempre un pigro per fare un lavoro difficile, perché troverà sempre un modo facile per farlo” Bill Gates

Un pigro non è uno stupido e non è come viene dipinto dall’immaginario collettivo come uno svogliato.

Spesso la pigrizia ed efficacia sono due facce della stessa medaglia.

Per raggiungere i propri obiettivi non è necessario sfiancarsi di lavoro, ma è più produttivo e performante lavorare con intelligenza ed investendo il proprio tempo nella creazione di un metodo pratico che ci faccia guadagnare tempo e risparmiare energie.

Un pigro è un’abile attuatore del principio di Pareto dove alla quantità si predilige la qualità ed in cui la legge legge 80/20 prevede ad esempio che con l’80% del nostro tempo si ottengono il 20% dei risultati ed invece utilizzando  un  metodo efficace con il  20% del proprio tempo si ottengono l’80% dei risultati.

Insomma puoi impegnarti quanto vuoi, tagliare alberi opppsss….volevo dire lavorare, saltare la pausa pranzo, rinunciare ai momenti di svago e continuerai a non raggiungere i tuoi obiettivi.

Se vuoi migliorare l’efficacia per raggiungere i tuoi obiettivi agisci come un pigro :

  • Il pigro è oculato : gestisce al meglio le proprie energie ed il proprio tempo. Se esistono soluzioni che gli permettono di ottenere lo stesso o migliore risultato con minor sforzo lo applica ed investe oculatamente il suo tempo ad affinarlo un pò come  suggerisce il commerciante al taglialegna (affila la tua ascia).

 

  • Il pigro è sveglio : odia sforzarsi più del dovuto ma al tempo stesso desidera raggiungere il risultato ottimale. Quindi trova sempre il modo più pratico ed efficace per arrivare al risultato col minimo sforzo.

 

  • Il pigro è organizzato: lavora per priorità, sa come definirle e se deve investire del tempo lo fa per creare la struttura che gli permetterà di raggiungere il risultato nella maniera più agevole possibile. Sà che la progettazione accurata della struttura gli permetterà, in seguito, di risparmiare energie per migliorarla.

 

  • Il pigro odia sprecare il suo tempo : i soldi vanno e vengono, il tempo sprecato non torna più’ ed il pigro lo sa molto bene. In fondo il pigro applica la soluzione più pratica ed ottiene il massimo risultato col minimo sforzo perché sà gestire al meglio il proprio tempo. E’ consapevole che ogni minuto risparmiato a fare un determinato lavoro lo potrà investire nel proprio ozio e quindi si ingegna come un vero artista.

 

  • Il pigro è il re dell’outsourcing: sà ciò che non può delegare e quello che invece deve esternalizzare ad altre persone perché è consapevole che se facesse tutto lui non avrebbe più tempo per se stesso. E’ consapevole di sè e di ciò che sa fare, delle proprie capacità e adotta da bravo alchimista la matrice delle risorse miscelando con cura come investire il proprio tempo e i propri soldi.

 

  • Il pigro è pragmatico: non si perde in facezie e non spreca il suo tempo in dettagli secondari ma bada alla sostanza e vuole arrivare al sodo. E’ bravo ad analizzare e comprendere ciò che è importante al fine dei suoi risultati da ciò che è urgente e si organizza diligentemente.

 

  • Il pigro fa buon viso a cattivo gioco: non perde tempo con quelli che i francesi chiamano gli stronsi, se ne frega dei pregiudizi degli altri e con i più riottosi applica tecniche fantasiose  per sbarazzarsene velocemente come un cecchino.

 

  • Il pigro si tiene aggiornato: al contrario del taglialegna, che continua a lavorare come un dannato usando un’ ascia poco affilata, il pigro odia sprecare il suo tempo e quindi preferisce  investire su se stesso e quando conosce nuove tecniche o tecnologie che lo facciano lavorare meno ma meglio non esita ad utilizzarle.

Avete mai visto un pigro tagliare un’albero con un ascia?

No e sapete perché?

Usa una sega elettrica, è più veloce e fa meno fatica! 😛

Oggi mi sento troppo pigro per ricordarti che se l’articolo ti è piaciuto potresti condividerlo sul tuo social network preferito. E non ho neanche voglia di spiegarti come funziona il nuovo pulsante verde con la scritta whatsapp che puoi vedere solamente se ti colleghi col tuo smartphone e che ho da poco aggiunto…. però se vuoi scoprire come funziona prova a cliccarci sopra. :-)

Ti saluto con questa citazione :

“L’inconveniente delle persone e delle nazioni è la pigrizia nel cercare soluzioni e vie d’uscita. “Albert Einstein

Have a Great Day

William

 

 

 

 

 

 

 

  • Alessandro

    Ciao William trovo che sia molto interessante la tecnica di time management e produttività che hai simpaticamente definito come tecnica del Pigro.
    La trovo semplice, pratica ed immediata in stile americano.
    Bell’articolo, mi piace il tuo stile. 😉

    • Grazie Alessandro mi fanno molto piacere le tue parole.
      Allora ci rileggiamo, il bello deve ancora venire.
      Non ti posso anticipare molto ma venerdi’ arriverà un nuovo articolo bomba.
      Conto anche su di te! :-)

  • Caterina

    Ciao William hai proprio ragione…..delle volte siamo cosi’ presi da tante cose che ci scordiamo di noi stessi. Bella l’idea di imitare i pigri, mi hai dato un’ottima idea. :-)

    • Ciao Caterina.
      Esatto hai centrato “il nocciolo” dell’articolo : siamo cosi’ indaffarati e impegnati dalle nostre incombenze quotidiane che a volte o spesso ne cadiamo vittima.
      Ci dimentichiamo di prenderci un pò piu’ cura di noi stessi, di coccolarci, divertirci o semplicemente fare quelle attività che si riveleranno non solo degli ottimi investimenti futuri ma anche ottime opportunità di crescita.
      Questa tecnica è un modo per affaticarci di meno, lavorare con più’ intelligenza( e quindi raggiungere i nostri obiettivi) e ritagliarci più’ tempo per noi.
      Sono felice di averti ispirata e ti garantisco che funziona! 😉

  • Chiara

    Ciao William è da qualche articolo che ti leggo e dopo il post di oggi te lo devo dire : mi hai conquistata! :-)
    Hai spiegato con una grande semplicità qualcosa che per me è spesso un gran problema e proverò ad applicare alcuni trucchi che suggerisci iniziando dalla legge 80/20!
    Grazieeee :-)

    • Ciao Chiara grazie e Benvenuta a bordo della combriccola. :-)
      Mi fa molto piacere che ti sia piaciuto l’articolo e che l’hai trovato utile.
      Il principio di Pareto (legge 80/20) è estremamente pratico ed efficace…vedrai che una volta appreso e come applicarlo ti farà guadagnare un mucchio di tempo e risparmiare un sacco di energie.
      Alla prossima Chiara. 😉

  • Elena Costa

    Ciao William mi sono rivista molto nelle cose che hai scritto come fare tante cose e arrivare a fine serata con quella strana sensazione di sentirsi svuotata. Il tuo articolo mi ha fatto pensare e mi accorgo quanto sono importanti i momenti di relax e ozio. Proverò anch’io ad “affilare la mia ascia” e proverò sicuramente la tua tecnica per essere piu’ “pigra”
    Grazie :-) 😉

    • Ciao Elena, brava!
      Affila lascia e vedrai che il guadagno in termini di tempo ed energie risparmiate sarà notevole!
      Mi raccomando vai con calma! :-) 😉

  • Lucrezia Consoli

    Ciao William e grazie! Mi sono molto rivista nel taglialegna e in alcuni atteggiamenti che tu descrivi come #vogliofaretuttoio. Voglio provarci anch’io a prendermi la vita con piu’ scioltezza :-)
    Ho deciso da oggi inizierò a sperimentare la tua tecnica….voglio imparare a diventare una gran pigrona. :-)

    • Ciao Lucrezia fai bene!
      Rallenta, delega dove puoi e impegnati con ingegno nelle tue priorità.
      Vai anche te con la motosega ed il tempo risparmiato ad “abbattere alberi” lo puoi dedicare a ciò che ti piace, fa crescere e stare bene. 😉